IL LABBO DEL LAGO MAGGIORE, 2015

Storia (a triste epilogo, con autopsia) del Labbo che ha sostato dal 23 maggio al 9 giugno 2015 in zona Monvalle-Ispra (in corrispondenza della Zona di Protezione Speciale dei Canneti del Lago Maggiore)

L’esemplare di Labbo rinvenuto agonizzante e morto poco dopo il recupero il giorno 9 giugno 2015 era stato avvistato per la prima volta da ornitologi del GIO nella zona tra Monvallina e Sabbie d’Oro (comuni di Besozzo, Ispra, Monvalle) durante uno dei rilievi per il monitoraggio della ZPS Canneti del Lago Maggiore il giorno 23 maggio. La particolarità dell’osservazione si può desumere dal suo status provinciale, come da «R. Aletti e M. Carabella, 2015, Check-list degli Uccelli della provincia di Varese», da cui è tratta la scheda che segue:

Foto: Franco Aresi

Risulta infatti che la specie è considerata “Accidentale storica”, con tre sole osservazioni accertate nel secolo scorso e nessuna osservazione dopo il 1965).

labbo1
Foto: Franco Aresi

Fin dal primo giorno, la rarità della specie – le cui osservazioni sono state inserite regolarmente nel portale nazionale ornitho.it – ha richiamato numerosi birdwatcher in zona e le osservazioni pubblicate (da una trentina di segnalatori, molte con documentazione fotografica) indicano la regolare permanenza in zona del Labbo in apparente buona salute (in volo, in acqua, in alimentazione, con trasferimenti fino al centro lago) fino alla stessa mattina del 9 giugno.
Il GIO, che ha recuperato l’esemplare con l’idea di portarlo a un centro di recupero, non ha potuto che constatarne poco dopo la morte, ma ha pensato di sottoporlo a un’analisi per scoprire le cause del decesso. L’esame autoptico, condotto dal Dott. Vet. Luca Visconti, ha accertato che l’animale è morto di cause naturali (cioè non aveva segni di corpi estranei come pallini da caccia, ami da pesca o altri corpi estranei; inoltre, non presentava fratture) e che la causa del decesso è attribuibile a un’infezione da funghi (che causa granulomi concentrici sugli organi interni). Questo tipo di infezioni, si legge sul referto, «sono tipiche di specie avicole e di frequente riscontro nella pratica veterinaria. Il quadro clinico risulta chiaro con riscontro di una patologia debilitante che progressivamente ha portato il volatile al decesso».

In pratica, nel Labbo si è riscontrata «l’assenza quasi completa dei muscoli pettorali». Questo stato di debolezza probabilmente è il motivo per cui il Labbo si è fermato così a lungo “fuori rotta”. Per il resto, l’individuo aveva buone condizioni di piumaggio e assenza di parassiti sia esterni (pelle e penne) sia interni (vermi ecc.).

L’esemplare, una volta avuti gli appositi permessi di legge dall’amministrazione Provinciale di Verese, è stato tassidermizzato e donato dal GIO al Civico Museo Insubrico di Storia Naturale di Clivio e Induno Olona.

Si allega referto completo dell’autopsia (Dott. Luca Visconti) del 23 luglio 2015.

Labbo_Autopsia

Annunci
Sabato 20 giugno alle ore 17.00
Presso il Centro Documentale “Frontiera Nord Linea Cadorna”, Cassano Valcuvia (VA) Vicolo Costanza 2 (www.centrodocumentale.it); ingresso con contributo libero.
Visita guidata alla sala naturalistica con il curatore dell’esposizione, Federico Pianezza.
&
Presentazione del libro “Quaderno 2/2015 del GIO, Check-list degli Uccelli della provincia di Varese” con i curatori, Roberto Aletti e Monica Carabella
centrodocuemntla

Oasi della Bruschera – Biodiversità e ricchezza paesaggistica del Verbano

Locandina-Angera-W

Venerdì 19 giugno, alle ore 21,00, presso la sala consiliare del Comune di Angera si svolgerà un incontro pubblico per discutere su presente e futuro del SIC Palude Bruschera, importante biotopo palustre della ZPS “Canneti del Lago Maggiore”.

Nel programma della serata è previsto un intervento di Fabio Saporetti sul “Monitoraggio dell’avifauna della ZPS”, relativo ai dati raccolti a partire dal 2013, con riflessioni sulle criticità e possibilità di gestione.

Un nuovo volume della serie Quaderni del GIO è ora disponibile!

Quaderni del GIO 2

Dopo il Quaderno 1 del 2012 (UCCELLI ACQUATICI SVERNANTI in Provincia di Varese), è ora disponibile il n° 2/2015: Check-List degli UCCELLI DELLA PROVINCIA DI VARESE – Lista completa commentata e illustrata.

Si tratta di un corposo ma maneggevole compendio di tutto quello che c’è da sapere sulla distribuzione, la stagionalità e la rarità delle 327 specie del nostro territorio, con una raccolta originale di informazioni dai tempi storici ad oggi presentata in modo graficamente accattivante. Aggiornato al 31 dicembre 2013, ha 208 pagine in formato 16X24 cm ed è corredato di oltre 100 fotografie di uccelli e di ambienti. Se il cuore pulsante del libro è, appunto, la sua Lista in cui ogni specie ha una propria “scheda” informativa, le altre parti riguardano molti altri aspetti dell’avifauna e dell’ornitologia, come fa subito intuire il ricco sommario del volume.

Volete riceverne una o più copie della Serie i Quaderni del GIO: visitate ora la pagina Pubblicazioni

CopertinaQuaderno1-SvernantiQuaderni del GIO 2

INOLTRE! Scaricate Gratuitamente la Check list Personale VARESE (estratta dal Quaderno 2/2015)

Quaderni del GIO 2 – Check-List degli UCCELLI DELLA PROVINCIA DI VARESE

Quaderni del GIO 2 Quaderni del GIO 2

La serie dei Quaderni del GIO aggiunge un altro volume! Dopo il Quaderno 1 del 2012 (UCCELLI ACQUATICI SVERNANTI in Provincia di Varese), è ora disponibile il n° 2/2015: Check-List degli UCCELLI DELLA PROVINCIA DI VARESE – Lista completa commentata e illustrata (a cura di Roberto Aletti e Monica Carabella). Si tratta di un corposo ma maneggevole compendio di tutto quello che c’è da sapere sulla distribuzione, la stagionalità e la rarità delle 327 specie del nostro territorio, con una raccolta originale di informazioni dai tempi storici ad oggi presentata in modo graficamente accattivante. Aggiornato al 31 dicembre 2013, ha 208 pagine in formato 16X24 cm ed è corredato di oltre 100 fotografie di uccelli e di ambienti. Se il cuore pulsante del libro è, appunto, la sua Lista in cui ogni specie ha una propria “scheda” informativa, le altre parti riguardano molti altri aspetti dell’avifauna e dell’ornitologia, come fa subito intuire il ricco sommario del volume.

Come ricevere il Quaderno 2/2015 del Gio

Potete avere il Quaderno 2/2015 del GIO tramite una donazione minima al GIO Onlus (i prezzi indicati sono comprensivi di spese di spedizione):

Quaderno 2:  15 euro.

Quaderno 2  (5 – 9 copie) :  13 euro .

Quaderno 2  (> 10 copie) :  12 euro .

Quaderno 1 :  10 euro .

Quaderno 1 + Quaderno 2 : 20 euro .

Le copie possono essere anche ritirate personalmente presso alcuni soci del GIO a Cassano Magnago, Casciago e Cuveglio.

Per tutte le informazioni, le richieste per delle copie del quaderno e le modalità di pagamento rivolgersi a gruppoinsubricoornitologia@gmail.com

Dati per bonifici:

Gruppo Insubrico di Ornitologia (IBAN: IT13A0569650240000020568X10)
Causale: NOME e COGNOME, donazione/Quaderno 2/2015 n° X copie

Secondo Corso Di Birdwatching

Presso la Comunità Montana Valli del Verbano – dal 10 aprile al 5 giugno 2015 (5 lezioni, 2 conferenze e 2 visite guidate)

Locandina_CMVV_2015

Dopo l’ottimo successo della primavera 2014 riscosso dal “Corso base di Birdwatching”, la collaborazione tra Comunità Montana Valli del Verbano e Gruppo Insubrico di Ornitologia (GIO) prosegue con un’altra carrellata di serate sui temi dell’osservazione e del riconoscimento degli uccelli in natura, a partire dal 10 aprile 2015. Questa volta centreremo la nostra attenzione – ma soprattutto cercheremo di catturare la vostra – con cinque serate (venerdì dalle 21.00 alle 22.30 circa) dedicate prima a due gruppi di specie che da sempre affascinano l’immaginario, i predatori del cielo (dai falchi alle aquile, dagli avvoltoi ai nibbi) e i “signori della notte” (allocchi, gufi, civette&C), quindi ai più sconosciuti e affascinanti “uccelli di ripa” (che noi chiamiamo limicoli, come piro-piro, corrieri, piovanelli, cavalieri ecc.).
Biologia, ecologia, curiosità, distribuzione e aspetti determinanti per l’identificazione in natura: tutto questo sarà argomento delle nostre serate “multimediali” (con immagini, suoni, filmati) che apriranno i “corsisti” ai nuovi orizzonti del birdwatching.
Poi sarà la volta di due serate di approfondimento a tema. Nella prima scopriremo insieme il mondo delle migrazioni – perché, come, quali rotte percorrono gli uccelli – e in quale modo gli ornitologi studiano gli spostamenti dell’avifauna attraverso l’inanellamento a scopo scientifico. Nella seconda serata, invece, scopriremo insieme l’inaspettata ricchezza di avifauna che caratterizza i Canneti del Lago Maggiore che vanno da Monvalle ad Angera, “gioielli” di habitat palustre e specchi d’acqua sempre più minacciati su vari fronti (il GIO ha studiato questa Zona di Protezione Speciale per due anni e ora ve lo racconta).
Come da migliore tradizione, non possono mancare anche quest’anno le uscite guidate sul campo, un appuntamento che i nostri corsisti sempre apprezzano: a gruppi andremo a “far birdwatching” armati di binocoli, cannocchiali, guide da campo e metteremo in pratica le nostre abilità di osservatori della natura.

Il costo di iscrizione è di 35 euro (comprensivo delle sette serate e delle due visite guidate); per le GEV extra-CMVV il costo è di 20 euro. Le iscrizioni si ricevono entro il 4 aprile 2015, compilando la scheda di iscrizione (scaricabile  anche dal sito della Comunità Montana http://www.vallidelverbano.va.it) accompagnata dal pagamento della quota tramite bonifico bancario intestato a:

Gruppo Insubrico di Ornitologia (IBAN: IT13A0569650240000020568X10
Causale: NOME e COGNOME, donazione/corso BW 2015

e inviando la ricevuta del bonifico tempestivamente a gruppoinsubricoornitologia@gmail.com

La scheda di iscrizione è scaricabile da questo sito in formato word e in formato PDF compilabile.

Scegliete il formato che preferite, inserite i vostri dati, salvatela col nome (per esempio Cognome.doc oppure Cognome.pdf) e inviatela per mail al GIO.]

Si allega locandina del corso .

Informazioni: Dott.ssa Daniela Casola,
mail gruppoinsubricoornitologia@gmail.com, tel. 3478957888.

Censimento Civetta (Athene noctua) 2015

a cura di Fabio Saporetti

Civetta - foto di Mirko Tomasi
Civetta – foto di Mirko Tomasi

Il 2015 è l’ultimo anno di campo per i rilevamenti dell’Atlante degli Uccelli Nidificanti in Italia: in Provincia di Varese la specie ha una distribuzione che interessa gran parte del territorio centro-meridionale.

Nella parte settentrionale risultano ancora scoperte le seguenti 4 particelle UTM 10×10 km, indicate con un punto verde nella figura sottostante.

MS 80 – Varese (territorio montano, scarsa probabilità di presenza)

MR 79 – Verbano Cusio Ossola (area collinare in comune di Germignaga, Brezzo di Bedero, Porto Valtravaglia); buona probabilità di presenza

MR 78 – Varese (aree di fondovalle della Valcuvia, nei comuni di Laveno, Leggiuno, Cittiglio, Casalzuigno, Cuveglio); buona probabilità di presenza

MR 98 -Varese (aree della Val Ceresio, nei comuni di Brusimpiano, Porto ceresio, Besano); buona probabilità di presenza

Particelle UTM in cui la Civetta non risulta nidificante
Particelle UTM in cui la Civetta non risulta nidificante

 

A partire dal mese di febbraio il GIO inizierà i rilevamenti della specie, nelle aree potenzialmente adatte, sia con l’ascolto del canto spontaneo sia con stimolazione con playback.

Chi fosse interessato a fornire informazioni o a partecipare ai censimenti può inviare una mail a:

gruppoinsubricoornitologia@gmail.com

 

Associazione Onlus – Registro Generale Regionale delle Organizzazioni di Volontariato: VA-234

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: